PER UNA STORIA DELL’EDITORIA AVELLINESE: I PRIMI CINQUANT’ANNI DELLA TIPOGRAFIA PERGOLA (1888-1938)
di Selene Fioretti

La conoscenza di una generale storia dell’editoria è possibile solo attraverso la ricostruzione di quella delle singole aree, attraverso le varie epoche e i diversi protagonisti.  Scopo dell’elaborato è quello di innestarsi su questo filone di studi per portare alla ribalta le attività editoriali esistite nella città di Avellino. Di editoria avellinese o più in generale irpina è raro sentir parlare perché solitamente l’attenzione a livello regionale è stata focalizzata su altre aree, soprattutto quella napoletana;  ma anche per il fatto che, a tutt’oggi, è inesistente un’opera che ne dia una visione completa. Succede così, paradossalmente, che la carenza di notizie sull’oggetto nell’immaginario comune venga giustificata con l’inesistenza dell’oggetto stesso. Al contrario, per l’Irpinia, è possibile evidenziare una ricca tradizione editoriale, sviluppatasi sin dal XVII sec. interessando numerose aree e giungendo, come si vedrà, a risultati degni di nota.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO

Dipartimento di Studi Umanistici (DIPSUM)

Corso di Laurea in Lettere

Tesi di Laurea in Lineamenti di storia del libro e delle biblioteche

PER UNA STORIA DELL’EDITORIA AVELLINESE: I PRIMI CINQUANT’ANNI DELLA TIPOGRAFIA PERGOLA (1888-1938)

Relatore: Ch.mo Prof. Vincenzo Trombetta 

Candidata: Selene Fioretti

Matr: 0312601753

Anno Accademico 2016/2017

Sez. Gold      Prezzo e-book8,90