Logo

Raffaello Vaticano. Alla scoperta dei tesori nelle sacre stanze papali.

Raffaello Vaticano: alla scoperta dei suoi tesori nelle sacre stanze papali, di Antonio Damiano, non è un semplice libro d’arte, ma una sorta di guida da leggere da casa, se si è impossibilitati a viaggiare, in quanto il libro offre la possibilità di connettersi ai Musei Vaticani e poter vivere così un’esperienza multisensoriale o da portare con sé nel caso in cui ci si voglia recare nella capitale e vivere la magnifica esperienza di immergersi in quei colori e in quelle vibrazioni dal vivo.

Antonio Damiano, critico d’arte, nel suo testo prende in considerazione le opere di Raffaello custodite all’interno dei Musei Vaticani in particolare nelle Stanze Vaticane ma anche gli Arazzi della Cappella Sistina, la Loggia di Raffaello, i ritratti dei Pontefici Giulio II e Leone X degli Uffizi,i progetti architettonici(San Pietro e Villa Madama),il Raffaello Archeologo e la Trasfigurazione della Pinacoteca Vaticana. Un’esperienza assolutamente da non perdere.

Raffaello Vaticano: alla scoperta dei suoi tesori nelle sacre stanze papali: trama

Raffaello Vaticano è un omaggio al grande artista di Urbino, Raffaello Sanzio, in occasione dei 500 anni dalla sua morte. In questo libro, Antonio Damiano si trasforma in una preziosa guida e per ogni opera di Raffaello, custodita nei Musei Vaticani, descrivere e spiega i temi trattati e le tecniche utilizzate. Il viaggio è arricchito dalla possibilità, opera per opera, di connettersi ai Musei Vaticani attraverso un QR-code, facendo sì che i lettori possano immergersi nei capolavori di Raffaello e contemporaneamente leggere la spiegazione e vedere l’immagine, in un itinerario ricco di suggestioni cromatiche ed emotive. La copertina, riprodotta su autorizzazione e per gentile concessione della Direzione dei Musei Vaticani, riporta un dettaglio de “La Scuola di Atene” (1509-1511): Euclide che enuclea un teorema con i suoi allievi.

Sull’autore di Raffaello Vaticano: alla scoperta dei suoi tesori nelle sacre stanze papali.

Antonio Damiano, giovane di Pagani (SA), è cresciuto, grazie a suo padre e a suo zio, completamente immerso tra colori, dipinti e nelle opere d’arte. Ha fagocitato libri d’arte sin dall’età di tre anni, le immagini si sa, arrivano prima delle parole, e ha da sempre visitato musei, imparando a cogliere e ad apprezzare il “bello”, concetto dal quale l’arte non può prescindere.

Antonio Damiano non riesce neanche a concepire la sua vita senza l’arte. È così che, giovanissimo, di indole caparbia e sensibile, si laurea storia e critica dell’arte all’Università di Salerno, realizzando il suo grande sogno di diventare critico d’arte, La sua missione, come ripete ai giornalisti, ai suoi lettori e sul suo canale YouTube, è diffondere la bellezza attraverso l’arte, ma oggi anche grazie alla scrittura.

Longiquitatem Temporum - Donatella Donatelli

LONGIQUITATEM TEMPORUM

D. Donatelli

Dante, Iacopone da Todi e il canto XXXIII del paradiso - Mario Aversano

DANTE, IACOPONE DA TODI…

M. Aversano

Se sei interessato ad altri libri di

Edizioni IL PAPAVERO

Articoli che potrebbero interessarti

Il morso del ratto

Il morso del ratto

Il morso del rattoUn racconto ironico e sferzante ambientato nei vicoli di Napoli, dedali ricchi di uno straordinario substrato culturale. “Il morso del ratto” è un vero tributo d’amore verso una città dalla quale l’autore si è sentito tradito, ma non ha mai smesso di...

leggi tutto